Blog
Google ringrazia Samsung e ci spiega il contributo di Knox per le funzioni enterprise di Android L
11:56 | 22 luglio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , | Comments: None

 

Android Samsung Knox

All’ultimo Google I/O una imprevista parola è riecheggiata… più del previsto: Knox. Cosa c’entra il sistema di sicurezza di Samsung, votato a compiacere gli IT manager aziendali, con Android? A quanto pare molto, perché l’azienda coreana ha collaborato con Google affinché alcune funzionalità chiave di Knox siano incluse in Android L.

LEGGI ANCHEAndroid L separerà il vostro lavoro dalla vostra vita privata

Lo scopo è far sì che gli impiegati possano usare per lavoro il proprio smartphone Android (BYOD) o che comunque l’azienda sia in grado di gestirli e darli in affidamento ai propri dipendenti, utilizzando soluzioni di Enterprise Mobility Management (EMM), basate su nuove API che saranno rilasciate con Android L.

Gli sviluppatori che abbiano già creato applicazioni sfruttando le API di Samsung potranno sfruttare una libreria per la compatibilità che permetterà a tali applicazioni di girare senza problemi anche su Android L, fornendo così un background affidabile di applicazioni.

Gli sviluppatori interessati possono consultare il sito degli sviluppatori Android o il blog di Samsung Knox.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , ,

L’articolo Google ringrazia Samsung e ci spiega il contributo di Knox per le funzioni enterprise di Android L sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

AndroidWorld.it

Samsung Galaxy Note 4: ecco 4 possibili funzioni
20:58 | 23 maggio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , | Comments: None

Getty Final

Samsung starebbe usando un Galaxy S5 con Android 4.4.3 come base di test per una serie di funzioni da introdurre nel futuro Galaxy Note 4, e che quindi ci immaginiamo possano arrivare anche sull’attuale top di gamma della casa coreana.

LEGGI ANCHESamsung Galaxy Note 4 da 5,7 QHD

Tali funzioni sono le seguenti, che come vedrete non sono in alcun modo collegate alla S Pen, e a maggior ragione potrebbero anche essere delle novità destinate ad S5, indipendentemente da Note 4:

  • Aqua Capture: un qualcosa di simile all’Aqua Mode di Galaxy S4 Active, che permetta all’utente di fare migliori fotto sottomarine, e che quindi confermerebbe doti fortemente impermeabili anche per Note 4
  • Multi Network for Booster: anche questa dovrebbe essere affine ad un’altra funzione già vista, ovvero il Download Booster di Galaxy S5, che combina rete mobile e Wi-Fi per farci raggiungere velocità di download superiori
  • Swipe to launch Motion Launcher: affine in questo caso alle motion gesture di HTC One (M8) o di Oppo; in pratica si tratterebbe di eseguire gesture a schermo spento, che lancio determinati eventi, come il risveglio del telefono, la fotocamera, la torcia ecc.
  • Smart Fingerprint: un modo di personalizzare le azioni da eseguire al passaggio del dito sul lettore d’impronte digitali (segno anche questo della sua presenza su Note 4)

Se non ci avessero detto insomma che si parla di Galaxy Note 4, avremmo pensato anche solo a Galaxy S5, come del resto logico, visto che tali funzioni sarebbero testate proprio su di lui. Quante e quali saranno esclusiva di uno dei due smartphone è una cosa che scopriremo solo in futuro.

Foto: Getty Image

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
4 commenti |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , ,

L’articolo Samsung Galaxy Note 4: ecco 4 possibili funzioni sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

AndroidWorld.it

Sony aggiorna SmartWatch 2 con nuove app, nuovi stili e nuove funzioni
02:56 | 23 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , | Comments: None

smartwatch 2A dispetto (o forse “a causa”) di Android Wear, Sony continua a spingere il proprio smartwatch, giunto a quasi 400 applicazioni dedicate. Oltre a ritocco software, giungono anche nuove edizioni dell’orologio stesso, come la “Business” (qui sopra a sinistra) e la “Brazil” (a destra), per celebrare il fatto che il dispositivo di Sony è sponsor ufficiale della prossima coppa del mondo di calcio.

LEGGI ANCHESony non utilizzerà Android Wear

Le novità software, oltre ai consueti bug fix, regalano invece le skin per l’orologio personalizzabili, sei sfondi, una calcolatrice sempre a portata di polso, miglioramenti alle app di Gmail e Facebook ed al notification drawer, e infine è possibile disabilitare la vibrazione quando il Bluetooth si collega / scollega.

Non si tratterà di novità enormi, ma è comunque evidente la spinta a tutto tondo di Sony nei confronti del suo orologio intelligente, in attesa che la sfida si faccia più serrata, con l’arrivo di Moto 360 ed LG G Watch.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
8 commenti |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , ,

AndroidWorld.it

Google, produttori e operatori USA si accordano per maggiori funzioni anti-furto
13:56 | 16 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , | Comments: None

android-device-manager

La scorsa estate Google ha lanciato Android Device Manager, un servizio che ci consente di localizzare i nostri dispositivi Android da remoto e, nel peggiore dei casi, di cancellarne i dati in caso di furto, per far sì che questi non cadano in mano altrui. A quanto pare questa misura non è stata sufficiente, ed oggi svariati produttori ed operatori si sono accordati per qualcosa di più universale ed incisivo.

LEGGI ANCHEDevice Manager arriva su Android con un’app dedicata

Tra i nomi attualmente presenti troviamo i seguenti: Apple Inc.; Asurion; AT&T; Google Inc.; HTC America, Inc.; Huawei Device USA; Motorola Mobility LLC; Microsoft Corporation; Nokia, Inc.; Samsung Telecommunications America, L.P.; Sprint Corporation; T-Mobile USA; U.S. Cellular; e Verizon Wireless. In pratica tutti i maggiori produttori e operatori del settore, ad esclusione, per adesso, di LG.

Ciò a cui tutte queste compagnie hanno concordato di impegnarsi si riassume brevemente in quanto segue:

  • Una funzione di cancellazione dati da remoto (cosa che già fa Android Device Manager)
  • Una funzione di blocco da remoto (cosa che in teoria già fa Android Device Manager, a meno che non si intenda un blocco più permanente)
  • Una funzione di blocco del ripristino, per impedire tentativi non autorizzati di wipe e di uso del telefono
  • La possibilità di ripristinare i dati originali dell’utente una volta recuperato il dispositivo (in pratica un backup perenne, cosa che aspettiamo a gloria)

Tali funzioni dovranno essere incluse nel dispositivo al momento dell’acquisto, o al più disponibili al download dai rispettivi store. Al momento l’accordo è comunque puramente volontario e valido solo per gli USA, ma non vediamo ragioni per cui, una volta implementate, tali opzioni non dovrebbero essere disponibili per tutti.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , , ,

AndroidWorld.it

Huawei TalkBand B1 hands-on: maggior spessore per più funzioni (foto e video)
20:57 | 23 febbraio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , | Comments: None

Huawei Talkband (06)

I tecno-braccialetti come Huawei TalkBand B1 non sono una novità assoluta, ma dato che nell’ecosistema Android non è che ci sia questo grande “affollamento” di prodotti simili, non possiamo che essere felici quando esce un nuovo esponente di questa categoria di dispositivi indossabili che hanno un occhio di riguardo per il fitness.

LEGGI ANCHEHuawei TalkBand B1 ufficiale: smartband a 99€ con NFC e display flessibile da 1.4″

Quello che differenzia questo TalkBand B1 dai concorrenti è il display da 1,4″ OLED flessibile e il supporto alle chiamate: come potete osservare dall’immagine successiva il blocco del display può essere estratto, usato per le nostre chiamate (usando l’altoparlante bluetooth integrato, che trasforma di fatto il display in un auricolare) e successivamente reinserito nel bracciale.

Huawei Talkband (04)

Oltre alle funzioni appena elencate TalkBand B1 ha le “classiche” caratteristiche dei suoi omologhi: contapassi con stima delle calorie bruciate, monitoraggio dell’attività fisica e del sonno e funzione di sveglia intelligente; oltre a ciò abbiamo il connettore USB per la ricarica integrato nel braccialetto e la certificazione IP 57, quindi potrete indossarlo anche sotto la doccia.

Se state immaginando l’utilizzo di un oggetto del genere vi ricordiamo per cosa lo stiamo usando noi: nella nostra rubrica “Perdere peso con Android” ce ne serviamo per monitorare i passi e le varie fasi del sonno:

LEGGI ANCHEPerdere peso con Android: l’estate parte dall’inverno – Week #01, l’inizio di tutto

Vi lasciamo ora alla gallery che vi mostrerà ogni dettaglio di questo TalkBand B1 ed a un video (in spagnolo) realizzato dai colleghi di Endgadget:

Huawei Talkband (01)
Huawei Talkband (02)
Huawei Talkband (03)
Huawei Talkband (04)
Huawei Talkband (05)
Huawei Talkband (06)
Huawei Talkband (06)
Huawei Talkband (08)
Huawei Talkband (09)
Huawei Talkband (10)
Huawei Talkband (11)
Huawei Talkband (12)
Huawei Talkband (13)
Huawei Talkband (14)
Huawei Talkband (15)
Huawei Talkband (16)
Huawei Talkband (17)

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© exadecimal per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , , , , ,

AndroidWorld.it

Qualcomm mira a creare uno smartphone che funzioni in ogni regione del mondo
14:37 | 9 febbraio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , | Comments: None

Qualcomm RF360

Quando un nuovo smartphone arriva sul mercato internazionale, in realtà non è mai solo uno: avrete notato che ne esistono più varianti che differiscono principalmente per le reti supportate. Il successo di Qualcomm negli ultimi anni è dovuto anche all’integrazione nel SoC del supporto a molte reti LTE, oltre alla bontà dei proprio prodotti.

Sempre più componenti fanno parte del chip di Qualcomm all’interno di uno smartphone (Wi-Fi, Bluetooth, NFC, antenna per le reti e altro ancora) e l’azienda americana punta a supportare ben 40 bande diverse grazie ad un nuovo componente all’interno della radio chiamato RF POP, il che non significa eliminare completamente le varianti, ma le ridurrebbe ad un terzo.

LEGGI ANCHE: Qualcomm rilascia un lock screen per Android

A fine anno debutterà il primo smartphone dentro il quale ci saranno sempre più componenti dell’azienda americana (a parte fotocamera e batteria quasi tutto sarà a marchio Qualcomm) e in fondo l’obiettivo è apprezzabile: avere mille varianti regionali dello stesso smartphone crea solo confusione.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , ,

AndroidWorld.it

Start: accesso rapido a tutte le funzioni direttamente dalla lock screen (video e foto)
16:56 | 24 gennaio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , , , | Comments: None

Start

Start è una lock screen, ma se a queste prime parole state già pensando ad un qualcosa di già visto, beh vi sbagliate: alcune funzioni di questa lock screen possono essere qualcosa di già visto su altre lock screen, ma questa, sia per lo stile che per tutte le altre funzioni di cui dispone è un modo rinnovato di vedere la lock, anzi come la chiamano gli sviluppatori è più una start screen, un punto di partenza.

LEGGI ANCHESfondi per Android? Ecco una raccolta che ne contiene più di 1.000

Appena terminata l’installazione ci ritroveremo davanti ad un’immagine pressoché identica a quella che potete vedere a inizio articolo, l’interfaccia è pulita e minimalista, ma ad ogni swipe potremmo aprire un’area di interesse. Quei piccoli rettangoli colorati presenti ai bordi dello schermo se “strisciati” verso il centro aprono una tendina che può riguardare gli aggiornamenti dei Social (Facebook, Twitter e gli “altri”), le informazioni del meteo, delle app di tendenza e molto altro.

A parte queste tendine “occultate” da mostrare all’evenienza nella lock sono presenti il simbolo dello sblocco (in basso a sinistra) e quello del volume (in basso a destra), questi due simboli se strisciati verso l’anello centrale rispettivamente sbloccano il dispositivo o cambiano lo stato della suoneria (tra normale, silenzioso e vibrazione); inoltre l’anello centrale se “swipato” verso l’alto farà apparire 4 simboli: il primo da sinistra è quello del telefono, se terminate lo swipe sopra di esso vi ritroverete nella compositore dei numeri telefonici ma se vi trattenete sopra l’icona vi appariranno lateralmente le ultime chiamate, basterà poi rilasciare sopra di essere per richiamare il nominativo selezionato.

Il secondo simbolo è una busta, e se rilasciate sopra di esso vi appariranno le shortcut ai vostri programmi di messaggistica installati oltre a quelli dedicati agli SMS ed alle mail; il terzo invece raffigura una fotocamera e anch’esso si espande con altre voci (una volta che strisciamo e ci soffermiamo sopra), nello specifico appaiono i vari riproduttori video, la gallery e la fotocamera. Il quarto riguarda quello che di solito è lo sblocco classico, ossia ci apre la Home, ma anche in questo caso possiamo avere delle sottovoci interessanti: difatti in questo caso le sottovoci che appariranno non sono altro che l’elenco completo delle app aperte in background, in maniera da permetterci agilmente di aprire una delle applicazioni che stavamo usando.

A completare il quadro positivo per questa applicazione ci sono poi un alto livello di customizzazione di funzioni, che ci permetterà di modificare molte cose oltre alle shortcut, e la possibilità di installare plugins e temi; come potrete vedere nella gallery a fondo articolo è possibile scegliere fra molti temi carini e originali. Cosa manca a quest’app? A nostro avviso una cosa sola: la localizzazione in italiano, se poi volete vedere quello che noi abbiamo toccato con mano vi basterà sfogliare la gallery che trovate come di consueto dopo il badge per il download, assieme ad un video illustrativo di questa lock start screen.

Google Play Badge(Continua…)
Leggi il resto di
Start: accesso rapido a tutte le funzioni direttamente dalla lock screen (video e foto)

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© exadecimal per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , ,

AndroidWorld.it

OnePlus One sarà molto attento al design e con funzioni esclusive di CyanogenMod
16:16 | 14 gennaio 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , | Comments: None

oneplus

Si sa ancora molto poco di OnePlus One, lo smartphone che nascerà dalla partnership tra OnePlus, la compagnia fondata dall’ex Vice Presidente di Oppo Pete Lau, e CyanogenMod Inc., ma proprio per questo motivo ogni minima informazione al riguardo viene accolta con grande interesse.

LEGGI ANCHE: OnePlus e CyanogenMod

Lo smartphone è infatti atteso entro metà 2014, ad un prezzo molto competitivo e con caratteristiche di alto livello: in poche parole il dispositivo ideale. Ma se per valutare questo fatto dovremmo per forza di cose attenderne il rilascio, possiamo intanto vedere cos’ha da dire Pete Lau in merito:

Appearance wise, we’re confident our phone is more attractive than just about any phone on the market, with the exception of maybe the iPhone.

Da un punto di vista dell’aspetto, siamo sicuri che il nostro telefono sia più attraente praticamente di qualsiasi altro prodotto sul mercato, con l’eccezione forse di iPhone.

Design prima di tutto, secondo Lau, che conferma anche il supporto alla rete LTE dello smartphone. Gli fa eco Steve Kondik, che si concentra ovviamente di più sul lato software:

The OnePlus flagship device will be a departure from the familiar CyanogenMod. There will be new, specially customized features and new exciting elements to the CyanogenMod experience. We’re excited to debut what we’ve been working on with the first OnePlus phone and look forward to the future of this collaboration. Thank you.

OnePlus prenderà le distanza dalla usuale CyanogenMod. Ci saranno nuove funzioni specifiche per lui e nuovi ed eccitanti elementi aggiunti all’esperienza CyanogenMod. Siamo molto emozionati per il debutto di quello a cui abbiamo lavorato per il primo OnePlus, e non vediamo l’ora di proseguire questa collaborazione. Grazie.

OnePlus One avrà insomma funzioni nuove e peculiari, come del resto era lecito aspettarsi; del resto anche su Oppo N1, CyanogenMod è stata adattata in funzione dell’hardware, ed è logico pensare che altrettanto avverrà con OnePlus, solo che in questo caso varrà probabilmente anche il viceversa.

Notare poi che Kondik parla di “primo OnePlus”, lasciando intendere che la partnership potrebbe benissimo estendersi a più di un modello. Tutto dipenderà anche dal destino del primo One, ma di certo la prospettiva non ci dispiacerebbe.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
1 commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , ,

AndroidWorld.it

Ecco illustrate tutte le funzioni della PAC-Man ROM
18:56 | 19 dicembre 2013

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , | Comments: None

01 - Pac-Man

Nuovo appuntamento (siamo quasi alla fine ormai) con le infografiche dedicate al modding. Oggi abbiamo scelto la ROM PAC-Man, che è una sorta di meta-firmware, che raccoglie le feature più interessanti di altri team (CM, AOKP, Paranoid), in un’unica soluzione.

LEGGI ANCHE: CM Vs AOKP Vs Paranoid Android

Non stupitevi quindi di trovare Halo assieme ai Ribbon, e ad una quantità di opzioni di configurazione/personalizzazione che richiederanno ore prima di essere esaminate tutte a fondo, permettendovi di cambiare anche l’animazione di boot direttamente nelle impostazioni di sistema.

Troppo pesante? Troppo complessa? I pareri sono discordanti, ed il firmware progredisce col tempo, quindi intanto fatevi un’idea di cos’ha da offrire grazie alle slide qui sotto, e se la cosa v’intriga fate poi un salto sul sito ufficiale per il download.

(Continua…)
Leggi il resto di Ecco illustrate tutte le funzioni della PAC-Man ROM

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2013. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , ,

AndroidWorld.it

MIUI: le funzioni principali illustrate in un’infografica
08:57 | 16 dicembre 2013

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , | Comments: None

01 - MIUI

Eccoci giunti ad un altro appuntamento con le infografiche dedicate al modding, e questo volta ci occupiamo di un pezzo forte: la MIUI.

Tutti voi avrete già sentito nominare più volte questo popolare firmware custom che viene dalla Cina, e che si distingue dagli altri in molti modi: anzitutto per la personalizzazione apportata ad Android, una delle più spinte, che spesso ha fatto sorgere (non del tutto a caso in realtà) paragoni con iOS. Dimenticate quindi tutto quello che sapete di Android, più o meno, e preparatevi ad un’esperienza tutta nuova, senza drawer e dove i widget non sono al centro della home come normalmente accade.

LEGGI ANCHE: Tutti gli appuntamenti con le infografiche sul modding

Inoltre, al contrario della maggior parte dei custom firmware, i sorgenti del kernel dalla MIUI sono closed-source, elemento caro ai suoi detrattori, che imputano un che di “losco” e poco affidabile alla sua chiusura.

In realtà finora non sono emersi particolari elementi per dubitarne, ma non staremo adesso a discutere di questo, quanto di ciò che la MIUI ha da offrire, ampiamente illustrato dalle slide seguenti.

(Continua…)
Leggi il resto di MIUI: le funzioni principali illustrate in un’infografica

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2013. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , ,

AndroidWorld.it

Pagina successiva »