Blog
Apple invita Samsung (e non solo) a copiarla, nella sua ultima pubblicità ambientalista
16:57 | 22 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , | Comments: None

Copia di apple pubblicità copia

Ci sono certe idee che vorremmo ogni altra azienda ci copiasse, questa è l’intestazione di una più ampia pubblicità cartacea, che l’azienda di Cupertino ha appena lanciato. Ma di cosa sta parlando Apple nella sua ultima pubblicità? Non di un suo prodotto in realtà, ma dell’impegno dell’azienda nell’ambito dell’ecosostenibilità e dell’attenzione all’ambiente.

LEGGI ANCHERicomincia il processo tra Apple e Samsung

Non a caso oggi è il Green Earth Day, la giornata della Terra, ed Apple ne ha approfittato in vari modi per celebrare il suo “pollice verde”, non da ultimo quello di sfottere il rivale Samsung. Vero è che il nome dell’azienda coreana non compare da nessuna parte, ma c’è davvero bisogno dei sottotitoli per leggerlo fra le righe?

Di seguito riportiamo il testo integrale della pubblicità, seguito dall’immagine dell’intero articolo (clic per ingrandire), e se qualcuno dovesse avvistarlo, lo preghiamo di farcelo sapere.

apple pubblicità copia

There’s one area where we actually encourage others to imitate us. Because when everyone makes the environment a priority, we all benefits. We’d be more than happy to see every data centre fuelled by 100% renewable energy sources. And we eagerly await the day when every product is made without the harmful toxins we have removed from ours.

Of course we know we can continue to do better. We’ve set some pretty ambitious goals for reducing our impact on climate change, making our products with greener materials and conserving our planet’s limited resources. So the next time we come across a great idea that can help leave the world better than we found it, we look forward to sharing.

 

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , ,

AndroidWorld.it

Apple e Google: la guerra delle esclusive per i giochi è iniziata anche su Android
13:58 |

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , | Comments: None

Guerra delle esclusive

A quanto pare le voci secondo cui Apple avrebbe spinto software house quali EA Games, per il suo Plants vs. Zombies 2, e Zeptolab, per  Cut the Rope 2, per averne l’esclusiva temporanea su iOS, non erano poi così infondate. Stando ad un recente report del Wall Street Journal pare che sia in atto una vera e propria guerra delle esclusive tra Google ed Apple (e non dimentichiamoci di Amazon): i due colossi starebbero offrendo alle varie società delle “spintarelle“sugli store virtuali in cambio di esclusive, dedicando appunto dei veri e propri spazi promozionali su Google Play e iTunes.

LEGGI ANCHE: Ricomincia il processo tra Apple e Samsung: chi la spunterà?

Abbiamo nominato Plants vs. Zombies 2 non a caso: secondo una fonte della celebre testata statunitense, pare che vi sia stato un accordo, forse monetario, tra Electronic Arts Inc. ed Apple per la promozione e l’esclusiva del titolo per due mesi per piattaforma iOS. Stesso destino lo ha subito Cut the Rope 2: l’accordo tra la mela morsicata e ZeptoLab assicurava ben tre mesi di esclusiva, con in cambio una posizione di rilievo su iTunes e una forte promozione del gioco. E chissà che non sia stata una simile mossa a far sì che Blizzard pubblicasse Hearthstone: Heroes of Warcraft prima su iPad!

A quanto pare però anche Google si sta muovendo in questa direzione: Electronic Arts avrebbe degli accordi simili anche con Google, e dalle dichiarazioni di Gonzague de Vallois, responsabile delle vendite e del marketing di Gameloft, pare proprio che vi sia stata una discreta “battaglia” anche nel caso di Asphalt, anche se poi la software house francese ha optato per lanciare il titolo in contemporanea su entrambe le piattaforme. Anche Game Insight, software house russa emergente proprio nel settore mobile, avrebbe di recente concordato con Big G uno spazio di rilievo su Google Play per i propri giochi.

In tutto ciò, inoltre, non dobbiamo dimenticarci del colosso dell’e-commerce, Amazon: non è un segreto che negli ultimi mesi vi siano state diverse esclusive, alcune piuttosto gustose (vedi The Walking Dead di Telltale Games o NBA 2K14) che hanno ritardato non di poco l’arrivo di alcuni giochi su Google Play. Si stanno in definitiva creando dei movimenti di mercato piuttosto peculiari intorno ai giochi destinati al settore del mobile gaming, e adesso che si stanno scoprendo lentamente gli “altarini”, chissà che Google, Amazon ed Apple non comincino a farsi vanto pubblicamente delle loro varie esclusive.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© lorexae per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

AndroidWorld.it

OnePlus One non avrà gli auricolari copiati da quelli di Apple
14:57 | 18 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , | Comments: None

Auricolari OnePlus One 2

Nel pomeriggio di ieri erano circolate alcune immagini di una coppia di auricolari attribuiti all’ormai prossimo OnePlus One, davvero molto, molto simili a quelli di iPhone. Carl Pei, fondatore dell’azienda, ci tiene invece a chiarire che le cose non stanno affatto così.

LEGGI ANCHE: Questi gli auricolari di 1+1?

The leaked headphones look like cheap copies from a certain fruit company, and we’ll not be selling those.
The OnePlus One will not come in white and red.

Gli auricolari trapelati sembrano solo una copia a basso costo di una certa azienda fruttata, e noi non li venderemo.
Lo OnePlus One non sarà disponibile in bianco e rosso.

Pei prende insomma le distanze dai leak di ieri, e nonostante rosso e bianco siano un po’ i colori della sua azienda, conferma anche che lo smartphone non sarà disponibile in rosso e bianco, per l’appunto. In effetti non abbiamo saputo più nulla di varianti cromatiche e materiali della cover posteriore, e saremmo molto curiosi di sapere quali saranno disponibili al lancio e a che prezzo.

Ringraziamo Fabrizio per la segnalazione.

Nota a margine a proposito dei costi: un “canarino” ci ha bisbigliato che il prezzo finale di OnePlus One potrebbe essere inferiore di qualche decina di Euro ai 350 comunicati ufficialmente. Dato che l’azienda ha indicato un costo inferiore a 350€, tutti hanno subito pensato a 349€, ma sembra che OnePlus stia cercando di spingersi ancora più in basso. Per quanto riguarda invece la variante da 64 GB, si parla di 449€, ma anche in questo caso la cifra non è definitiva. Se l’azienda riuscirà o meno nella sua opera di “limatura”, lo scopriremo tra qualche giorno.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
2 commenti |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , ,

AndroidWorld.it

Apple prova a brevettare lo sblocco dello schermo… Di Android!
21:56 | 17 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , | Comments: None

apple-pattern-unlock

L’immagine d’apertura lascia pochi dubbi al riguardo: è impossibile non pensare, vedendola, alla sequenza di sblocco di Android con i nove punti e Apple ha depositato un brevetto proprio per cercare di accaparrarsi un simile (ma non identico) metodo per sbloccare il lockscreen.

LEGGI ANCHE: Apple vs Samsung: ricomincia il processo

L’implementazione di Apple infatti è lievemente differente e offre più possibilità rispetto a quella di Android, con la presenza di quattro punti invisibili, oltre ad essere in grado di tenere conto delle varie pause. Detto ciò, potremmo vederla come un’evoluzione del sistema presente da anni nel robottino verde che non rappresenta di certo un’innovazione tale da essere considerata proprietà intellettuale.

Di sicuro è quantomeno bizzarro vedere Apple depositare un brevetto che sa così tanto di copia mentre in California si tiene il secondo round del processo contro Samsung, accusata proprio di aver copiato il sistema operativo dell’azienda di Cupertino.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
5 commenti |
Add to
del.icio.us


Post tags:

AndroidWorld.it

Sony compie il sorpasso su Apple e diventa il secondo più grande produttore indiano
13:56 | 6 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , , | Comments: None

Apple Sony

Sarà un piccolo traguardo che comunque non ha un grande significato, ma il sorpasso di Sony ai danni di Apple in India può dare sicuramente morale all’azienda giapponese, pur con la consapevolezza che questa vittoria è dovuta alla diffusione degli smartphone nella fascia economica tra i 120€ e i 240€ (in particolare Xperia M Dual e Xperia C), fascia nella quale Apple.

Sony tocca così quota 9,1% nel mercato indiano, precedendo la mela morsicata al 7%, entrambe ben lontane però da Samsung, come al solito dominatrice incontrastata del mercato con il suo 43% di marketshare.

LEGGI ANCHE: Sony in crescita nel settore mobile

Il secondo posto di Sony però non è in cassaforte: l’arrivo di Nokia X sul mercato potrebbe rappresentare una minaccia concreta, per non parlare del possibile rilancio dell’iPhone 4 di Apple e della serie Canvas di Micromax, un produttore indiano.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , ,

AndroidWorld.it

Samsung si difenderà dal processo con Apple tirando in ballo Google
21:56 | 2 aprile 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , | Comments: None

apple-vs-samsung-fight

A breve si svolgerà il processo d’appello tra Apple e Samsung e l’azienda coreana sembra intenzionata ad adottare una diversa strategia difensiva rispetto a quella utilizzata nel primo round, perso da Samsung.

L’obiettivo sarà infatti far comprendere alla corte che molti dei brevetti violati sono parte di Android più che della interfaccia Touchwiz che Samsung ha implementato nei propri prodotti. Non per nulla uno dei dispositivi sotto accusa è il Galaxy Nexus, uno smartphone il cui software è Android stock, lo stesso che si può trovare nell’AOSP, dunque in questo caso non sarebbe stata Samsung a violare i brevetti.

LEGGI ANCHE: Ricomincia il processo tra Samsung e Apple

Il produttore coreano inoltre sottolineerà come abbia differenziato i propri prodotti rispetto ad Apple, puntando sul pennino come nella serie Note e su una dimensione del display maggiore rispetto agli smartphone della mela morsicata. Inoltre, sempre secondo la difesa di Samsung, i consumatori non scelgono il proprio telefono in base a come si sincronizza in background o allo slide to unlock (due dei brevetti sotto accusa) ma in base a funzionalità ben più importanti.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , ,

AndroidWorld.it

Ricomincia il processo tra Apple e Samsung: chi la spunterà?
19:56 | 31 marzo 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , | Comments: None

apple-vs-samsung-fight

Rieccoci nuovamente al punto di partenza: pensavate fosse tutto finito? Vi sbagliavate di grosso, perché sta per cominciare il processo d’appello tra Samsung e Apple, disputa persa dall’azienda coreana che proverà a rifarsi stavolta, cercando di evitare di dover pagare i 930 milioni di dollari di multa.

A dimostrazione di come la tecnologia si muova più velocemente delle sentenze, i dispositivi che rischiano il ban dagli Stati Uniti sono praticamente tutti fuori commercio o comunque a breve lo saranno (Galaxy S II, Samsung Galaxy S3, Galaxy Note II e altri ancora, nessuno dei quali presentato durante il 2013).

I brevetti incriminati sono sempre i soliti e riguardano i link contestuali dal testo (analizza il testo fornendo link per inviare mail o chiamare), la ricerca universale, lo slide-to-unlock, la sincronizzazione dei dati e i suggerimenti per il correttore automatico.

LEGGI ANCHE: Samsung dovrà pagare 930 milioni ad Apple

Riuscirà Samsung a spuntarla questa volta? Questo ancora non lo sappiamo ma si dice che l’azienda coreana potrebbe avere un potente alleato al suo fianco: Google, con le testimonianze di Andy Rubin e altri tra i più importanti membri del team Android; che faccia parte del patto tra Google e Samsung?

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , ,

AndroidWorld.it

Apple sta considerando l’idea di lanciare un’app iTunes per Android
16:56 | 22 marzo 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , | Comments: None

DSC05612

A quanto pare i guadagni registrati da Apple per quanto concerne le vendite di musica tramite iTunes sono in continuo declino e, secondo le ultime indiscrezioni pubblicate da Billboard, parrebbe proprio che la società stia considerando di lanciare un’applicazione di iTunes dedicata ad Android. Quale modo migliore effettivamente di dare un nuovo slancio alle vendite se non quella di proporsi in un mercato che conta milioni di dispositivi attivi?

LEGGI ANCHE: Il parlamento europeo approva uno standard unico di ricarica per smartphone e tablet

Dopotutto Google ha già fatto la sua mossa in tal senso, lanciando Google Play Music per iOS, ma bisogna considerare che la piattaforma di casa Apple può già contare su altri applicativi realizzati da Big G, mentre la stessa cosa non si può dire del sistema operativo del robottino verde che per il momento si mantiene ben distaccato dall’ecosistema della mela morsicata. Nonostante la presenza di iTunes Radio la maggior parte dei profitti di iTunes provengono dalla vendita di single e album, e lanciarsi nella mischia di servizi quali Spotify, Amazon MP3 o lo stesso Play Music potrebbe sembrare una mossa azzardata ma, come abbiamo detto in apertura, precludersi un tale bacino di utenza potrebbe in realtà dimostrarsi una mossa sbagliata più che azzardata. Si tratta comunque, da quanto riporta la fonte, di una situazione ancora allo stato embrionale, e potrebbero quindi passare mesi prima che si senta ancora parlare di questa evenienza.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© lorexae per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , , , ,

AndroidWorld.it

Samsung dovrà pagare 930 milioni di dollari ad Apple, ma un nuovo processo è già alle porte
10:56 | 7 marzo 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , , , , | Comments: None

apple-vs-samsung-fight

A più di un anno dalla “storica” sentenza del caso Apple contro Samsung, la mela morsicata vince definitivamente il braccio di ferro con i coreani, che dovranno pagare all’azienda di cupertino 930 milioni di dollari, ma che per loro fortuna hanno evitato la messa al bando di qualsiasi dispositivo coinvolto nella vicenda.

LEGGI ANCHESamsung dovrà pagare oltre 1 miliardo di dollari

Tutto sommato “è andata bene” a Samsung, che pagherà un’ammenda comunque inferiore (929,8 milioni di dollari, per la precisione) a quella inizialmente prevista (1,05 miliardi), e che non incorrerà in sanzioni su nessuno dei 29 dispositivi richiesti da Apple. Tutto finito quindi? Neanche per sogno.

Dato che comunque non è stata raggiunta un’intesa tra le due aziende, le due parti si incontreranno nuovamente a fine mese di fronte all’ormai celebre giudice Koh, ed un secondo processo è già all’orizzonte. Tra i dispositivi coinvolti annoveriamo il Galaxy S III ed altri ancora più recenti, quindi non è affatto escluso che si possa andare su cifre affini se non superiori a quelle relative al primo processo, che si è appena concluso.

Se pensavate insomma che la “guerra dei brevetti” fosse giunta al termine, dovrete purtroppo ricredervi.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , ,

AndroidWorld.it

Apple annuncia CarPlay e batte sul tempo il Google Projected Mode
11:57 | 3 marzo 2014

Author: Staff | Category: Senza categoria | Tags: , , , , , , , | Comments: None

apple-icar-m1

Mentre Mercedes-Benz ci svela il Google Projected Mode, che conferma l’impegno di BigG nel settore dell’automotive, Apple annuncia formalmente l’arrivo di un suo sistema per integrare iPhone sugli autoveicoli, in particolare quelli di marchi di lusso, come Ferrari, Mercedes e Volvo. Apple non vuole comunque fare l’elitaria, non in questo caso almeno, ed in futuro arriveranno anche BMW, Ford, General Motors, Honda, Hyundai, Land Rover, Kia, Mitsubishi, Nissan, Peugeot, Citroën, Subaru, Suzuki e Toyota, assicurando al sistema per auto della mela di potersi trovare pressoché su qualsiasi veicolo (con buona pace di FIAT).

LEGGI ANCHE: Google Projected Mode

Tra le funzionalità di CarPlay annoveriamo ovviamente la navigazione stradale basata su Siri, unita alle classiche funzioni da smartphone, come contatti, chiamate, notifiche e musica, grazie anche a Spotify e iHeartRadio. Il sistema sarà integrato direttamente con comandi al volante e con un touchscreen a bordo, ma non è escluso che possano arrivare variazioni sul tema.

Il 2014 sembra insomma l’anno delle smart-car, con i due principali colossi del settore pronti a darsi battaglia; speriamo solo che poi non pretendano di farci cambiare veicolo con la stessa facilità con cui cambiamo uno smartphone, o il nostro conto in banca potrebbe avere parecchio da ridire.

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us


Post tags: , , , ,

AndroidWorld.it

Pagina successiva »